Home » Parole » Parole con Sce e Sci – Elenco e Regole sull’Utilizzo

Parole con Sce e Sci – Elenco e Regole sull’Utilizzo

In questa guida proponiamo un elenco di parole con SCE e SCI.

SCE e SCI sono due nessi che si trovano in diverse parole. Il suono è noto a tutti, ma scrivere questo tipo di parole può essere difficile, soprattutto per chi ha iniziato da poco la scuola e si trova di fronte a queste parole per la prima volta. Vediamo come si scrivono e quali sono le parole più comuni per SCE e SCI. Se vuoi migliorare il tuo modo di scrivere queste parole, non ti resta che ricopiare a mano le parole presenti nella lista proposta, per prenderci l’abitudine ed evitare di sbagliare. Prima di passare all’elenco vero e proprio, però, ti invitiamo a fare molta attenzione quando dividi in sillabe le parole che hanno SCE e SCI. Potresti fare degli errori di grammatica molto gravi dividendo questi nessi, in qualsiasi parola li trovi, è molto importante che le tre lettere restino sempre unite, o all’inizio, oppure a capo.

Iniziamo dalle parole che hanno all’inizio o all’interno il nesso SCE.

Parole che trovano origine in altre parole che hanno in nesso SCE. Si tratta di parole che hanno questo nesso perché, nel formarsi, fanno riferimento a un’altra parola che ha il nesso SCE già presente. Per esempio, le parole che dipendono da un verbo come Scegliere, avranno poi il nesso, come Scelta, Scelto. Le parole dalle quali possono dipenderne altre sono Scendere, Scemare, Scena, in questo caso, si tratta di un nome, che può essere la base di altre parole derivate come Scenario, Accondiscendere. Un gruppo particolare di parole di questo tipo è quello composto dagli aggettivi, che hanno SCE alla fine. In questo caso, la parte finale serve a rendere noto che quello è un aggettivo. Alcuni esempi possono essere Abbellisce, da Bello, Stupisce, da Stupire. Tutte queste parole sono un’ottima base per allenarsi. Puoi fare un esercizio scrivendone una e passando in rassegna tutte le parole derivate, che avranno il nesso SCE.

Parole che hanno il nesso SCE direttamente. Si tratta delle parole che abbiamo visto prima utili per formare delle parole derivate. Nel dizionario, sono riportate con il nesso, senza alcuna specificazione. Per esempio, Pesce, oppure Asce. Questo secondo caso apre il caso di quelle parole che hanno il finale al singolare in -IA e che, di conseguenza, hanno come plurale in -E, creando così il nesso SCE.

La stessa distinzione si può fare con le parole che hanno il nesso SCI.

Parole che trovano origine in altre parole con il nesso SCI. Tra queste, ci sono molte parole, da Scialacquare, che porta a diverse declinazioni come Scialacquato, così come fanno tutti i verbi, a Fascino, che porta a parole come Affascinante, Affascinato, Affascinare, ecc. Un altro caso da prendere in esame è Angoscia, che porta con sé aggettivi e verbi come Angosciare.

Parole primitive che si trovano sul dizionario con il nesso SCI. Infine, puoi trovare tantissime parole che hanno il nesso SCI perché sono composte da parole primitive che hanno questo nesso, oppure sono semplicemente con il nesso evidente, anche nel dizionario. Per esempio, oltre a Sci, che porta una serie di parole derivate, c’è Scirocco, Sciagura, Sciacallaggio, Sciabordio, Sciabola, Ambasciatore.

Le parole che hanno al loro interno SCE e SCI sono molte di più di quante abbiamo potuto inserire in questa guida.

Questo articolo è stato pubblicato in Parole. Aggiungilo ai preferiti: permalink.